Apertura pomeridiana della SALA STUDIO

Nel mese di Luglio, a partire dal giorno 6, la sala studio della biblioteca sarà aperta anche nel pomeriggio – dalle 15.00 alle 18.00, dal lunedì al venerdì.

L’accesso avverrà solo su prenotazione sino ad un massimo di 25 persone, da effettuarsi alla mail biblio-museion@libero.it (valida ESCLUSIVAMENTE per le prenotazioni del pomeriggio, specificando nell’oggetto: ‘prenotazione sala studio’).

Nel pomeriggio non sono attivi i servizi di consultazione e prestito dei libri.

Acclavio Factory – Corsi ed attività per tutti

Una serie di attività gratuite per l’utenza, esclusivamente su prenotazione da effettuarsi via mail all’indirizzo biblio-museion@libero.it. Il numero di partecipanti massimo sarà, in base alle norme covid attualmente in vigore in biblioteca, limitato a 25 persone adulte per corso e, nel caso dei laboratori kids, a 12 bambini con accompagnatore. In particolare si terranno:

– 𝗖𝗼𝗿𝘀𝗼 𝗱𝗶 𝗶𝗻𝗳𝗼𝗿𝗺𝗮𝘁𝗶𝗰𝗮 𝗯𝗮𝘀𝗲 𝗽𝗲𝗿 𝗮𝗱𝘂𝗹𝘁𝗶: 6 incontri da 3 ore due volte a settimana di pomeriggio (6, 8, 13, 15, 21 e 22 luglio, ore 15.00-18.00). Il programma del corso, definibile come alfabetizzazione informatica per i nativi NON digitali, partirà dai cenni di storia del computer per terminare con le tecnologie VR.


– 𝗟𝗮𝗯𝗼𝗿𝗮𝘁𝗼𝗿𝗶 𝗽𝗲𝗿 𝗯𝗮𝗺𝗯𝗶𝗻𝗶 (𝟲-𝟭𝟬 𝗮𝗻𝗻𝗶): dalle ore 9.00 alle ore 12.00 (dal 19 al 30 luglio – tutti i giorni – dal lunedì al venerdì). Sarà data specifica comunicazione sulla pagina facebook della biblioteca circa i contenuti e le modalità di fruizione degli incontri che verteranno sulla fusione di attività ludico ricreative con momenti dedicati alla lettura ed alla narrazione.

– 𝗚𝗮𝗺𝗶𝗻𝗴 𝗰𝗹𝘂𝗯: 𝗺𝗲𝘇𝘇𝗼 𝘀𝗲𝗰𝗼𝗹𝗼 𝗱𝗶 𝗺𝗼𝗻𝗱𝗶 𝗮𝗹𝘁𝗲𝗿𝗻𝗮𝘁𝗶𝘃𝗶, 𝘀𝘁𝗼𝗿𝗶𝗮 𝗲 𝘀𝘁𝗼𝗿𝗶𝗲 𝗱𝗲𝗶 𝘃𝗶𝗱𝗲𝗼𝗴𝗶𝗼𝗰𝗵𝗶 𝗱𝗮 𝗣𝗼𝗻𝗴 𝗮 𝗥𝗲𝗱 𝗗𝗲𝗮𝗱 𝗥𝗲𝗱𝗲𝗺𝗽𝘁𝗶𝗼𝗻: 5 incontri da 2 ore (a partire dal 27 luglio con possibilità di slittamento delle date di agosto a settembre, ore 16.00-18.00). Gli incontri, dal taglio fortemente divulgativo ed informale, riguarderanno la disamina del mondo del videogaming tra temi, implicazioni socioculturali e impatto sulla cultura di massa del software ludico, in un percorso diacronico che contempla 50 anni di sviluppo dell’industria.

– 𝗖𝗼𝗿𝘀𝗼 𝗱𝗶 𝗳𝗼𝘁𝗼𝗴𝗿𝗮𝗳𝗶𝗮 𝗯𝗮𝘀𝗲: 6 incontri da 2 ore due volte alla settimana di pomeriggio (7, 9, 14, 16, 21, 23 settembre, ore 16.00-18.00).

Mostra “9 x 100 = ‘900 – 9 ITINERARI PER 100 ARCHITETTURE DEL ‘900 IN BASILICATA E PUGLIA”

La Mostra “9 x 100 = ‘900 – 9 ITINERARI PER 100 ARCHITETTURE DEL ‘900 IN BASILICATA E PUGLIA” vuole focalizzare l’attenzione sulle architetture più significative realizzate nelle due regioni nel corso del XX secolo: un’iniziativa che costituisce il risultato di una schedatura del patrimonio architettonico regionale del Novecento da parte di Do.co.mo.mo Italia (Associazione italiana per la documentazione e la conservazione degli edifici e dei complessi urbani moderni). Sezione Basilicata e Puglia E.T.S.
All’interno di tale schedatura, un Comitato Scientifico di rilievo internazionale ha selezionato 100 opere di architettura moderna di riconosciuta qualità: un complesso e lungo lavoro confluito nella Mostra e in un volume di oltre 300 pagine curato da Mauro Sàito e da Antonello Pagliuca, comprendente schede e interventi di autori del panorama nazionale e internazionale, pubblicato da Gangemi editore.
La Mostra è stata sviluppata in collaborazione con la Facoltà di Architettura dell’Università degli Studi della Basilicata e con la Facoltà di Architettura del Politecnico di Bari, secondo criteri che prevedono una divisione in sei percorsi tematici o “itinerari”, che collegano le opere delle due regioni al dibattito culturale nazionale, esaltandone le peculiarità. Le architetture del Novecento presenti a Taranto e nella sua Provincia costituiscono una importante porzione della Mostra e del catalogo: su 151 edifici schedati, di cui 100 selezionati dal Comitato Scientifico tra Puglia e Basilicata, 11 schede e relativi pannelli sono relativi a edifici della provincia di Taranto, pari ad oltre il 10% dell’intero patrimonio delle due regioni presentato in Mostra.
Composta da 150 pannelli, la Mostra ha carattere itinerante: evento Ufficiale nel Programma della Fondazione Matera 2019, dopo la tappa iniziale in Basilicata è stata allestita a Bari, Lecce, Carovigno (Brindisi) e dal 18 giugno al 16 luglio approda a Taranto presso la Biblioteca Acclavio, inaugurata da un Convegno di studi che si svolgerà nello open space superiore, e che sarà incentrato su temi dell’architettura del Novecento in ambito locale.
L’intero progetto è stato finanziato dalla Regione Puglia, l’evento a Taranto (V tappa della Mostra) è organizzato in collaborazione con il Comune di Taranto e l’Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Taranto.


Sarà possibile accedere alla Mostra presso la Biblioteca Acclavio a partire da lunedì 21/06/2021 sino al 16/07/2021, nei giorni dal lunedì al venerdì, negli orari 09.00-13.00 e 14.30-17.30 (venerdì solo 09.00-13.00), previa prenotazione al numero 099-4581.616

L’accesso sarà consentito a gruppi di massimo 10 persone, per la durata di 1 ora.

Maggio dei Libri 2021

MUSEION Soc. Coop., la start-up culturale della Biblioteca Acclavio, è lieta di presentare l’iniziativa ‘‘Galeotto fu l’amore per i libri…’, organizzata nell’ambito del Maggio dei Libri, campagna nazionale promossa dal Centro per il Libro e la Lettura, finalizzata alla promozione della lettura.

Quest’anno il tema istituzionale scelto trae ispirazione dalle celebrazioni per il 700° anniversario della morte di Dante Alighieri e pone al centro ‘Amor…’, a sottolineare la potenza e la centralità di quel sentimento che alla fine vince sempre e che è il più autentico eroe dantesco, richiamando allo stesso tempo il profondo legame che si crea fra libri e lettori, fra le storie scritte e le esperienze sempre diverse che se ne traggono leggendole.

A partire dal 21 maggio e per tutto il mese di giugno, ogni mercoledì e venerdì alle ore 19,50 su Radio Cittadella, vi proporremo alcuni brevi passi scelti da testi della letteratura mondiale che meglio incarnano l’Amore in due declinazioni fondamentali: Amor… che ne la mente mi ragiona, ovvero la passione per la razionalità e la conoscenza, la stessa che spinse Ulisse a intraprendere i suoi viaggi, e Amor… che move il sole e l’altre stelle, ovvero l’amore universale, per l’umanità, il nostro pianeta, l’universo intero.

Per quanti non possano sintonizzarsi in radio l’appuntamento è il sabato sulla pagina facebook della Biblioteca Acclavio, dove le letture saranno riproposte sotto forma di brevi podcast.

Ci accompagneranno in questa avventura due lettori di eccezione, il tarantino Massimo Cimaglia, attore, regista e maestro d’armi, con all’attivo importanti collaborazioni presso il teatro greco di Siracusa e quello di Epidauro, oltre a numerose esperienze televisive, e Paolo Panaro, attore e regista della Terra di Bari, che, attraverso la tecnica degli antichi cantastorie, ripropone nei suoi spettacoli storie e personaggi della letteratura antica e moderna, reinterpretati in modo intenso ed originale.

Evento di Pasqua 2021

L’evento intende raccontare la figura della Mater attraverso la storia, intervallando readings, momenti musicali e interventi di approfondimento storico-archeologico.

Programma:

Intervento di approfondimento storico-archeologico: prof. Francesco D’Andria

Readings: testi con preghiere e invocazioni a Iside, Demetra e altre figure femminili del mito e della storia. Eseguiti da attori tarantini. Brani selezionati : Apuleio, Metamorfosi XI, 25 (preghiera di Lucio a Iside); Inno Omerico a Demetra; Apuleio, Metamorfosi, XI (Iside appare soccorrevole e amorosa a Lucio); Ovidio, Metamorfosi, X (Venere e Adone); poesie in dialetto tarantino di Anna Vozza.

Canti: Voi ch’amate (Laudario di Cortona); Cuius animam (Stabat Mater di Pergolesi); Vidit suum dulcem natum (Stabat Mater di Pergolesi); Aria della Maddalena (Laudario di Cortona). Eseguiti da soprano, 1° violino, 2° violino, viola, violoncello.

Presentazione del libro ‘I miei figli spiegati a un razzista’

Nell’ambito delle iniziative per la XVII Settimana di azione contro il razzismo, promossa dal Centro Documentazione Benny Nato Onlus e sostenuta dall’ Associazione Italiana Biblioteche – AIB, abbiamo il piacere di colloquiare con Gabriella Nobile – Pagina , autrice de “I miei figli spiegati a un razzista”, edito da Feltrinelli.

Il volume, disponibile per il prestito all’Acclavio, è scaricabile in formato digitale dal catalogo MLOL.

Gabriella Nobile, tarantina, vive a Milano dove lavora nel campo della comunicazione pubblicitaria. Ha fondato nel 2018 l’associazione “Mamme per la pelle”, allo scopo di sostenere le famiglie vittime di discriminazioni razziali.

Amarono Odisseo

Evento in streaming sulla pagina Facebook Biblioteca Acclavio a cura di Museion soc. coop. e Nobilissima Taranto. Il prof. Pierfranco Bruni introdurrà parlando della grecità di Pavese con particolare riferimento ai Dialoghi con Leucò dai quali verrà rappresentata la figura di Circe nell’interpretazione di Adriana Capuano e di Calipso nell’interpretazione di Adriana Capuano e Bruno Peluso.
Il prof. Mario Lazzarini si soffermerà sulle donne di Odisseo viste da Omero e da Ovidio. Bruno Peluso e Valentina Parabita interpreteranno le figure di Odisseo e Nausica. Seguirà il reading di Valentina Colleoni che declamerà la lettera di Penelope scritta da Ovidio.
A conclusione della serata, quale ideale rappresentazione del tema dell’attesa il soprano Valentina Colleoni si esibirà nella famosa aria pucciniana “un bel dì vedremo” dalla Madame Butterfly.

Musica e Poesia per la (ri)Nascita

Museion soc. coop. in qualità di start-up della Biblioteca Acclavio, con la collaborazione dell’associazione culturale Nobilissima Taranto, offre uno spettacolo natalizio di inedito impianto culturale, all’insegna della speranza e della rinascita. Accolta nei rinnovati spazi di fruizione dell'”Agorà della Cultura”, la soprano Valentina Colleoni interpreterà i grandi classici di Natale, accompagnata al pianoforte dal maestro Alessandra Corbelli. A cura di Adriana Capuano, la performance musicale si alternerà alla declamazione di poesie scelte fra quelle scritte dai maggiori autori della letteratura italiana: da Manzoni a Pirandello, e a Guido Gozzano. Nel corso della serata non mancherà il richiamo alla straordinaria musicalità del dialetto tarantino, che ascolteremo nelle opere della poetessa Anna Vozza, interpretate dall’autrice. Appuntamento per mercoledì 23 dicembre in diretta streaming sulla pagina Facebook Biblioteca Acclavio, a partire dalle ore 20:00.