Vieni in biblioteca a Scoprire le Storie Custodite nella Valigia MAMMA LINGUA

Ti aspettiamo in Biblioteca – mercoledì 21 febbraio, a partire dalle 17.30, in via Salinella 31 a Taranto – per un pomeriggio con mille libri e mille storie in lingua straniera con le lettrici volontarie .
La Giornata Internazionale della Lingua Madre è una celebrazione indetta dall’UNESCO il 21 febbraio di ogni anno per promuovere:

  • la madrelingua,
  • la diversità linguistica
  • culturale e il multilinguismo.

Nella Biblioteca Acclavio è disponibile la valigia MAMMA LINGUA. STORIE PER TUTTI NESSUNO ESCLUSO con testi in tutte le lingue del mondo.

M’ILLUMMINO DI MENO INSIEME PER L’AMBIENTE

La  Biblioteca Acclavio prende parte all’iniziativa M’Illumino di Meno insieme alle Biblioteche del Sistema Regionale dei Servizi Bibliotecari – Polo PUG.

Abbiamo parlato, della Giornata Nazionale del Risparmio Energetico e degli Stili di Vita Sostenibili, con i gruppi classe che quotidianamente visitano la biblioteca. Vi ricordiamo alle 18.00 💡di oggi di fare il piccolo gesto di spegnere le luci, come faremo noi per un minuto. Lo faremo in difesa dell’ambiente che proprio come le biblioteche è un bene che appartiene a tutti.

“M’illumino di Meno è la Giornata Nazionale del Risparmio Energetico e degli Stili di Vita Sostenibili ideata nel 2005 da Rai Radio2 con la trasmissione Caterpillar.

M’illumino di Meno si celebra ogni anno il 16 febbraio per diffondere la cultura della sostenibilità ambientale e del risparmio delle risorse.

La Giornata Nazionale del Risparmio Energetico e degli Stili di Vita Sostenibili è stata istituita dal Parlamento con la Legge n. 34/2022.” https://www.rai.it/milluminodimeno/

Presentazione del libro Una Piuma Nascosta di Lisa Ginzburg

Sarà presentato, nell’agorà della Biblioteca Civica Pietro Acclavio, in via Salinella 31 a Taranto, sabato 17 febbrario 2024, a partire dalle ore 10.30 il libro di Lisa Ginzburg, Una Piuma Nascosta edito da Rizzoli. All’incontro moderato da Giulia Galli, Presidi del libro Dickens – Il Granaio, prenderanno parte, tra gli altri, gli studenti e le studentesse del Liceo Ferraris.

Sinossi

Un ragazzino magro e spettinato, l’aria imbronciata, occhi blu scuro, attenti. Una bambina dalle trecce biondissime, la vocetta acuta. Tan e Rosa hanno undici anni quando si incontrano per la prima volta alla Quercetana. In quel posto incantevole nella campagna toscana, lui è il figlio adottivo dei proprietari, lei la figlia dei custodi. Tan, arrivato dalla Moldavia, per difendersi da ricordi di cui porta i segni usa rabbia e violenza. Solo Rosa ha accesso al suo regno, e insieme, tra giochi ed enigmi, costruiscono un’intimità preziosa. Lei è l’unica in grado di capirlo, e proteggerlo: loro due, complici. Ma un giorno arriva il momento di separarsi. Anni dopo, Rosa è un’affermata chirurga oftalmica e nella sua vita non c’è spazio per nient’altro, tantomeno per l’amore. Tan ha provato varie strade e girato per il mondo, in cerca di sé, della sua storia sradicata. Incontrarsi di nuovo alla Quercetana a ferragosto è una magia, gli sguardi scintillano. Con una leggerezza incandescente al cui richiamo è impossibile non rispondere, ecco il passato ripresentarsi sotto nuove spoglie. La felicità e la sorpresa sconvolgente di un incontro tutto nuovo, prima di dover decidere se rimanere o andare. Lisa Ginzburg, in questa storia luminosa sul tempo e le stagioni della vita, con una scrittura capace di emozionare ci racconta due famiglie, due amici, due amanti, e i loro chiaroscuri. Con Rosa e Tan torneremo a casa, a quei luoghi dell’anima dove la memoria riaffiora insieme ai suoi demoni e alle sue dolcezze. Dove ogni incontro segna per sempre, per non essere dimenticato mai”.

Presentazione del libro “Il Cuoco dell’Imperatore di Raffaele Nigro

Giovedì 15 febbraio prossimo a Taranto, nell’agorà della Biblioteca Civica Pietro Acclavio, in via Salinella 31, a partire dalle ore 17.30, sarà presentato il libro di Raffaele Nigro, “Il Cuoco dell’Imperatore”.

Dopo i saluti istituzionali affidati al responsabile della biblioteca, Giunluigi Pignatelli, lo storico, Mario Guadagnolo, introdurrà la presentazione del libro. L’autore dialogherà con Pietro Dalena, professore ordinario di Storia Medievale. Nel corso della serata è previsto l’intervento di José Minervini, presidente dell’associazione Dante Alighieri – Taranto.

Descrizione

In questo romanzo storico, epico, avventuroso e lirico, Raffaele Nigro ci offre un ritratto inedito di Federico II Hohenstaufen, della sua complessa personalità fatta di curiosità intellettuale e superstizioni, amori folli e matrimoni di convenienza, ma soprattutto il volto di un imperatore radicalmente diverso da tanti monarchi del suo tempo.

È il 1208 e Guaimaro delle Campane, originario di una famiglia di fonditori di Melfi, assiste all’uccisione di due carbonai ebrei. Preso dal panico, anziché aiutare i due feriti si dà alla fuga, arruolandosi al seguito della corte di Federico II di Svevia. Grazie alle sue conoscenze mediche e alle doti nell’arte culinaria, viene scelto come cuoco ufficiale del giovane re di Sicilia e di Germania e come figura addetta alla salvaguardia della sua salute, entrando così a far parte di una corte animata da letterati, cantori, giuristi, scienziati e filosofi di cui Federico ama circondarsi. Guaimaro affronterà con lui vittorie e sconfitte, vivendo e trascrivendo i grandi avvenimenti storici, come le lotte con il papa e i comuni, e i semplici momenti di vita quotidiana, la frenesia per i preparativi di sontuosi ricevimenti e la fatica per i lunghi spostamenti della corte viaggiante. Trascorrendo la propria vita, anch’essa ricca di passioni, accanto a Federico e al suo progetto politico, lungo l’arco di mezzo secolo. In questo romanzo storico, epico, avventuroso e lirico, Raffaele Nigro ci offre un ritratto inedito di Federico II Hohenstaufen, della sua complessa personalità fatta di curiosità intellettuale e superstizioni, amori folli e matrimoni di convenienza, ma soprattutto il volto di un imperatore radicalmente diverso da tanti monarchi del suo tempo: un paladino del diritto e della scienza in un secolo buio, un sostenitore della politica contro la violenza e il promotore di un progetto ambizioso di un’Europa unita ante litteram, di un Mediterraneo dei saperi e di una divisione tra il potere dei papi e quello dello Stato“.

L’autore Raffaele Nigro

(Melfi, Potenza, 1947) scrittore e saggista italiano. La ricca produzione saggistica riguarda soprattutto la storia e la cultura di Basilicata e Puglia (Basilicata tra Umanesimo e Barocco, 1981). I toni dell’epopea popolare si affermano nel romanzo storico I fuochi del Basento (1987, premio Campiello); mafia e corruzione sono invece i temi di Ombre sull’Ofanto (1992, premio Grinzane); corposo romanzo che rivisita i «cunti» fantastici seicenteschi è Dio di Levante (1994); Diario mediterraneo (2000) affronta il tema dell’incontro-scontro tra le culture che si affacciano sul «mare nostrum»; Malvarosa (2005) dipinge un meridione nel difficile passaggio alla modernità. È autore anche della raccolta di racconti I piantatori di Lune (1991).

IX Giornata Mondiale della Lingua Greca

In occasione della IX Giornata Mondiale della Lingua Greca, il 9 febbraio prossimo alle ore 17.00, nell’ agorà della Biblioteca, la delegazione di Taranto dell’AICC terrà una conferenza nella quale la prof.ssa Paola Ingrosso, dell’ Università degli Studi “Aldo Moro” di Bari, nel corso del suo intervento, parlerà delle “Recenti scoperte archeologiche e perdute scene menandree”.

Nel’ambito dell’iniziativa, verrà proiettato un video realizzato dagli studenti della classe 2A Classico (Liceo Archita) coordinati dalla prof.ssa Tania Rago, dal titolo “Krisis: il coraggio del cambiamento”. Alla conferenza parteciperanno anche studenti del Liceo “Aristosseno”.