Biblioteca ACCLAVIO laboratorio di lettura ad alta voce “Le parole Tra Noi Leggere”

“Le parole tra noi leggere” laboratorio di lettura ad alta voce condotto dalla dott.ssa Eugenia Croce un percorso di conoscenza di sé e dell’altro avendo tra le mani un libro per bambini da leggere e interpretare

“La parole tra noi leggere” è il titolo del percorso laboratoriale appena conclusosi alla biblioteca ACCLAVIO, di Taranto rivolto a poco più di una ventina di studentesse, che frequentano il secondo anno, del Liceo delle Scienze Umane, Vittorino da Feltre, accompagnate dalla prof.ssa Francesca Garibaldi. 

La prima cosa che viene in mente assistendo ad un laboratorio di lettura ad alta voce è come un libro si presti ad essere uno strumento di esplorazione personale e relazionale. L’esercizio di lettura ad alta voce ha come primo effetto di porre il lettore dinnanzi alle proprie: resistenze, paure, ambizioni, aspirazioni, ansie da prestazione. Lo stesso linguaggio del corpo pone in evidenza come l’equilibrio nella relazione con l’altro sia tutta da costruire. Si inizia a leggere con voce incerta, o molto velocemente per assolvere il prima possibile al compito assegnato, si è inclini a piegarsi su di se assumendo una postura di chiusura quasi di difesa mentre si legge.

Solo dopo un certo numero di esercizi ci accorgiamo che la nostra lettura è più chiara: la voce mantiene il timbro giusto, rispettiamo la punteggiatura, alziamo lo sguardo dal libro, interpretiamo mimicamente il significato di quello che stiamo leggendo. In una frase: ci accorgiamo e iniziamo ad avere cura dell’altro oltre noi.

 Non è un caso quindi che alla domanda definisci con una parola il percorso appena compiuto, “le parole leggere” scelte delle studentesse sono state: esperienza, speciale, gioia, unicità, riconciliarsi, scoperta, bagaglio, leggera, interessante, alternativa, libri, novità, divertente. Tutte parole che raccontano il forte impatto esperienziale che un laboratorio di lettura ad alta voce assicura al suo frequentatore che porta con sé una esperienza divertente, gioiosa unica e alternativa e che al tempo stesso acquisisce un bagaglio interessante fatto di libri, di scoperte e di riconciliazione.

La dott.ssa Eugenia Croce, ha raccontato come la Biblioteca e la Scuola si siano scelte quasi naturalmente : “l’offerta del percorso didattico di lettura ad alta voce della Biblioteca ACLAVIO ha intercettato le esigenze del Liceo delle Scienze Umane Vittorino da Feltre, di Taranto, che aveva aderito al  progetto del Ministero della Pubblica Istruzione, “Estate”, progetto teso a realizzare attività per ristabilire la relazionalità in presenza tra gli studenti e le studentesse dopo le note vicende di didattica a distanza dovute dalla pandemia COVID – 19”. Per la dott.ssa Croce, che ha condotto i sei incontri di lettura ad alta voce, “la consegna degli attestati, di mercoledì 27 ottobre 2021, rappresenta la chiusura del primo step del percorso intrapreso. L’esperienza sin qui compiuta  segnata da un bilancio assolutamente positivo ha fatto maturata l’idea di passare dalla teoria alla pratica. Le studentesse che hanno terminato il percorso di lettura ad alta voce potranno essere impegnate nella lettura di libri in laboratori rivolti ai bambini in biblioteca”.

Per la dott.ssa Croce la lettura ad alta voce va promossa e proposta anche per i genitori. Leggere una storia al proprio bambino o bambina è una esperienza straordinaria, se compiuta con la consapevolezza, che in quel particolare momento si ha la possibilità di avere uno sguardo privilegiatosulle emozioni del bambino, stabilendo con lui o con lei una straordinaria intimità. Ovviamente ha concluso la dott.ssa Croce, la lettura ad alta voce è un esercizio che può essere realizzato da 0 a 99 anni. In età adulta ha, tra le altre cose, il beneficio, di mantenere vivo il Peter Pan che c’è in tutti noi, a proposito di libri.

Vi salutiamo, invitandovi ad imparare a leggere ad alta voce ai bambini con

 la “filastrocca del buon leggere”

 di Bruno Tognoli

Chino gli occhi sul mio libro
Leggo e penso, leggo e vedo
Leggo e sogno, leggo e viaggio
Alzo gli occhi sul paesaggio
Leggo il cielo, leggo il mondo
Faccio un bel respiro fondo
Chino gli occhi, leggo ancora
Sto leggendo già da un’ora
Leggo su, leggo giù
Chiudo il libro e non leggo più
Vado giù nel cortiletto
Per giocare a ciò che ho letto…

“Le parole tra noi leggere”:

è stato condotto per la biblioteca ACCLAVIO dalla dott.ssa Eugenia Croce

in collaborazione con il Liceo delle Scienze Umane Vittorino da Feltre dalla prof.ssa Francesca Garibaldi

Le classi:

2Asu /2Bsu indirizzo Socio Sanitario

2Esu/ 2Dsu indirizzo Scienze Umane

2Aes/2Ces indirizzo Economico Sociale

Ringraziamenti:

Comune di Taranto

USR Puglia VII Taranto

Liceo delle Scienze Umane Vittorino da Feltre

Dirigente scolastica Alessandra Larizza

Biblioteca ACCLAVIO

Direttore Avv. Gianluigi Pignatelli

Lo staff. della biblioteca ACCLAVIO

Che a vario titolo ha assicurato al riuscita del laboratorio di lettura ad alta voce “Le parole tra noi leggere”

Baby Pit Stop della Biblioteca ACCALVIO

il Baby Pit Stop della Biblioteca ACCALVIO è a tua disposizione. Le mamme che vogliono allattare, i genitori che hanno necessità di scardare il latte o di cambiare il pannolino, possono farlo in un ambiate sicuro.

Il Baby Pit Stop, donato dall’Unicef, permette alle mamme di allattare, gesto semplice e naturale, in un luogo in cui sentirsi protette e rilassate. Lo spazio dedicato, alle mamme ed ai papà, è dotato di due sedie a dondolo, di uno scalda latte e di un fasciatoio dove è possibile cambiare il pannolino.

Se sei a passeggio ricordati che qui la sosta per genitori e figli è garantita.

IL POLO BIBLIOTECARIO DI TARANTO ADERISCE AL POLO UNICO REGIONALE

La Biblioteca ACCLAVIO di Taranto ha aderito al Polo Unico Regionale delle Biblioteche l’importante risultato consolida ulteriormente la sinergia tra le biblioteche da tempo già attivata con il il polo bibljorete, che vede la Biblioteca ACCLAVIO ente capofila per le biblioteche del versante jonico. Nell’ambito del lavoro sin qui compiuto un passaggio importante è rappresentato dal cambio di software gestionale consultabile digitando semplicemente Bibljorete in un motore di ricerca.

Festival dello Sviluppo Sostenibile – Variazione orario di apertura al pubblico

Nella giornata di venerdì 8 ottobre 2021 la Biblioteca ACCLAVIO non sarà accessibile all’utenza nelle consuete modalità di fruizione dei servizi bibliotecari, mentre nelle giornate di giovedì 7 e lunedì 11 ottobre 2021 la biblioteca subirà variazioni negli orari di chiusura e apertura.  La giornata di chiusura temporanea della Biblioteca si è resa necessaria al fine di consentire il corretto svolgimento delle attività previste in occasione del “Festival dello Sviluppo Sostenibile a Taranto” al quale l’Amministrazione del Comune di Taranto partecipa per il secondo anno. Nel corso della due giorni, negli spazi della biblioteca è prevista la realizzazione di eventi che avranno come tema i goal dell’Agenda 2030. Le attività realizzate, nell’ambito del Festival Asvis, da parte del Comune di Taranto sono in Partenariato con l’Università degli Studi di Bari – Dipartimento jonico, la Camera di Commercio di Taranto, le scuole superiori cittadine, nonché Aziende del territorio che hanno nella sostenibilità ambientale il proprio core.