Biblioteca ACCLAVIO: chiusura giovedì 20 gennaio 2022

al fine di consentire l’espletamento di lavori di manutenzione, la biblioteca ACCLAVIO resterà chiusa, Giovedì 20 gennaio 2022, dalle ore 08.00 alle ore 14.00.

L’ accesso ai servizi riprenderà nella stessa giornata di giovedì a partire dalle 14.00 e terminerà come di consueto alle ore 19.00.

Ci scusiamo per il disagio.

50 film per diventare grandi

“A cosa Serve il Cinema? A divertirsi, viaggiare nel tempo, emozionarsi. Non solo. i film mostrano tante vite possibili. Il premio oscar Giuseppe Tornatore ci porta alla scoperta di cinquanta film che ogni ragazza e ragazzo merita di vedere. Una valigia di sogni da portare con sé per diventare grandi (e, all’occorrenza tornare piccoli) e scoprire retroscena, curiosità, trucchi di regia dei grandi capolavori del cinema.

Tanti i libri a disposizione per giovani lettrici e lettori. L’invito alle famiglie è di venire a visitare la Biblioteca ACCLAVIO, in via Salinella 31 a Taranto, e di portare con se i propri figli con i quali potranno scegliere i libri da leggere a casa.

Per tutte le informazioni utili  il servizio di accoglienza è a tua disposizione: da lunedì a venerdì, dalle ore 09.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 17.00. Puoi anche telefonarci allo 0994581172 o inviarci la tua richiesta di informazioni a infobiblio@comune.taranto.it

La guerra dentro. Martha Gellhorn e il dovere della verità

tanti i nuovi libri in biblioteca pronti per essere letti da te

«A Martha Gellhorn», recita la dedica della prima edizione di Per chi suona la campana, il capolavoro di Ernest Hemingway. Tutto qui, un nome e un cognome: quelli della più grande corrispondente di guerra del Novecento. La donna che con Hemingway ha mosso i primi passi da giornalista sul campo, nel 1937, a Madrid sotto le bombe. Che presto è diventata più brava di lui nel mestiere di raccontare i fatti. Che lo ha amato, sposato, lasciato, in un’appassionata storia d’amore tinta di rivalità. E che per tutta la vita ha avuto una sola missione: «Andare a vedere». I reportage rigorosi e avvincenti di Gellhorn coprono i fronti più caldi del secolo breve: è stata sul confine della Finlandia durante l’invasione russa (trovando il tempo per una cena con Montanelli) e accanto alle truppe alleate a Montecassino; è stata la prima reporter donna a sbarcare sulle spiagge della Normandia e poi a entrare a Dachau liberata dagli americani. È andata in Vietnam, decisa a smascherare le menzogne della propaganda ufficiale Usa. Una carriera attraversata dalla gloria e dalla tragedia, segnata dalla solitudine delle donne indipendenti e controcorrente. Oggi le guerre sono cambiate, l’ingiustizia ha preso altre forme, ma nessuno dei problemi contro cui Martha ha passato la vita a battersi è stato risolto. Sono sempre i più poveri, a cui lei ha saputo dar voce, a pagare i conflitti militari ed economici. Sono ancora le donne, come è successo a lei, a dover faticare di più per farsi strada, in guerra come in pace. In queste pagine, che illuminano gli anni più folgoranti di Gellhorn, la sua voce si intreccia con quella di Lilli Gruber, che interpella anche altri grandi corrispondenti. Raccontando, di battaglia in battaglia, la bellezza e la responsabilità del giornalismo in un tempo che ha più che mai bisogno di verità.

Usufruire del servizio di prestito in Biblioteca è semplicissimo. E’ sufficiente aver compiuto 18 anni ed avere la tessera della Biblioteca. La tessera della Biblioteca ACCLAVIO si ottiene compilando un modulo ed esibendo un documento di identità valido.

Il prestito ha una durata di 30 giorni e può essere prorogato per ulteriori 30 giorni se l’opera non è stata, nel frattempo, prenotata da altri lettori o lettrici. Il prestito prevede di chiedere un massimo di 4 libri  per volta.

Se vuoi saperne di più vienici a trovare, in via Salinella 31 a Taranto, il servizio di accoglienza è a tua disposizione: da lunedì a venerdì, dalle ore 09.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 17.00. Puoi anche telefonarci allo 0994581172 o inviarci la tua richiesta di informazioni a infobiblio@comune.taranto.it

116 film da vedere prima dei 16 anni

tanti i libri per ragazzi a disposizione per giovani lettrici e lettori

Cosa significa diventare grandi? Varcare la soglia che ci separa dall’infanzia e ci fa dire che non siamo più bambini? Non c’è un momento preciso, ma un insieme di esperienze e occasioni che ci accompagna in questo passaggio delicato ed entusiasmante. Diventare grandi significa andare a scuola, e magari incontrare un grande maestro di vita, inseguire i propri sogni ma anche affrontare tante difficoltà: la malattia, la guerra, la morte. Significa scoprire l’amore, e scoprire che la fantasia non ci abbandona mai, basta continuare a coltivarla.
Per ciascuno di questi momenti esiste almeno un film che ci tende la mano con la sua storia, per aiutarci a riflettere e a costruire al meglio la nostra, di storia.
Da Harry Potter a Moonrise Kingdom, passando per Elephant o Il labirinto del fauno. 116 film raccontati con maestria, accompagnati da illustrazioni iconiche e arricchiti da tante curiosità e contributi di attori e registi.

Film imprescindibili che prendono per mano chi sta crescendo, ma continuano a far riflettere, divertire e incantare anche chi ha più di 16 anni.

Tanti i libri a disposizione per giovani lettrici e lettori. L’invito alle famiglie è di venire a visitare la Biblioteca ACCLAVIO, in via Salinella 31 a Taranto, e di portare con se i propri figli con i quali potranno scegliere i libri da leggere a casa.

Per tutte le informazioni utili  il servizio di accoglienza è a tua disposizione: da lunedì a venerdì, dalle ore 09.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 17.00. Puoi anche telefonarci allo 0994581172 o inviarci la tua richiesta di informazioni a infobiblio@comune.taranto.it

Fermare Pechino. Capire la Cina per salvare l’Occidente

è uno dei nuovi libri a disposizione in biblioteca.

«Questo libro è un viaggio nel grande paradosso di una sfida planetaria. Vi racconto una faccia della Cina troppo nascosta e inquietante, che l’élite occidentale ha deciso di non vedere. Rivelo il gioco dei corsi e ricorsi, tra due superpotenze che si studiano e si copiano a vicenda. E spiego il Nuovo Grande Esperimento Americano, che tenta di invertire il corso della storia prima che sia troppo tardi.» Federico Rampini racconta una sfida fatta anche di contaminazione reciproca, perché alcuni problemi sono simili: dalle diseguaglianze sociali allo strapotere di Big Tech, dalla crisi ambientale e climatica alla corsa per dominare le energie rinnovabili. Rampini mette a nudo gli aspetti meno noti della Cina di Xi Jinping, con un viaggio insolito nella cultura etnocentrica e razzista degli Han, le abitudini di vita dei Millennial, l’imperialismo culturale nella saga cinematografica del Guerriero Lupo, la letteratura di fantascienza come stratagemma per aggirare la censura, la riscoperta di Mao, le mire aggressive, il militarismo. Senza sottovalutare il groviglio di sospetti che ancora circondano le origini del Covid. L’Esperimento Biden vuole opporre all’espansionismo aggressivo di Pechino un modello socialdemocratico ispirato a Roosevelt e Kennedy. Si scontra però con le divisioni interne all’America. Il capitalismo americano dei Trenta Tiranni ha stretto un patto diabolico con Pechino. Mezza società americana, inclusa «la meglio gioventù», denuncia il proprio paese come l’Impero del Male, vede nell’Uomo Bianco un persecutore da processare per tutte le ingiustizie della storia. Per fermare Pechino le democrazie occidentali non possono contare sulla coesione, sul nazionalismo e sull’autostima che animano i cinesi. Il rischio che la competizione degeneri fino allo scontro militare è più alto di quanto crediamo. L’Europa è un terreno di conquista per le due superpotenze, perché questa è un’altra sorpresa: sia l’America che la Cina sono uscite rafforzate dalla pandemia.

Usufruire del servizio di prestito in Biblioteca è semplicissimo. E’ sufficiente aver compiuto 18 anni ed avere la tessera della Biblioteca. La tessera della Biblioteca ACCLAVIO si ottiene compilando un modulo ed esibendo un documento di identità valido.

Il prestito ha una durata di 30 giorni e può essere prorogato per ulteriori 30 giorni se l’opera non è stata, nel frattempo, prenotata da altri lettori o lettrici. Il prestito prevede di chiedere un massimo di 4 libri  per volta.

Se vuoi saperne di più vienici a trovare, in via Salinella 31 a Taranto, il servizio di accoglienza è a tua disposizione: da lunedì a venerdì, dalle ore 09.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 17.00. Puoi anche telefonarci allo 0994581172 o inviarci la tua richiesta di informazioni a infobiblio@comune.taranto.it

BIBLIOTECA ACCLAVIO: NUOVI LIBRI A DISPOSIZONE DELLE LETTRICI E DEI LETTORI

L’arrivo dei libri, nella biblioteca ACCLAVIO, è un momento importantissimo e pieno di attesa. La sensazione è la stessa di quando viene a trovarci un caro amico o una cara amica.  C’è chi prende le forbici per aprire le scatole di cartone, chi non vede l’ora di sbirciarne il contenuto, chi prende tra le mani i libri e inizia a sfogliarli. L’atmosfera è quella della festa. Ad essere sollecitati sono tutti i sensi: la stanza nella quale si saluta l’arrivo dei nuovi libri è pervasa dal tipico odore di un libro nuovo, i titoli, gli autori e le autrici, i colori delle copertine, catturano il piacere degli occhi mentre il tatto è sollecitato dalla carta dei fogli e da quel tipico scricchiolio del dorso del libro quando è aperto per la prima volta.  A questo punto in ogni biblioteca che si rispetti la parola d’ordine è CATALOGAZIONE!!!  Si tratta di una attività indispensabile per verificare se un libro o un documento di qualsiasi genere: cartaceo, digitale, ecc. sia presente in biblioteca e per sapere il “fondo” dove poterlo trovare. Una procedura importantissima che consente di poter prendere in prestito i libri della biblioteca a tutto vantaggio delle lettrici e dei lettori.

Biblioteca ACCLAVIO: Concerto di Natale 2021

Parole e Musica

Giovedì 23 dicembre 2021 alle ore 19.30 ingresso su invito e green pass

La Ma.Ma. Òrchestra, Matteo Mastromarino Òrchestra, nasce, nel 2015, nell’ambito del corso di esercitazioni orchestrali dell’Associazione Musicale “Matteo Mastromarino” di Statte, in provincia di Taranto.
E’ composta, attualmente, da 21 allievi che, dopo il primissimo avvio con l’approccio collettivo e ludico alla musica, fiore all’occhiello dell’Associazione da ben 30 anni, hanno scelto di intraprendere uno studio più approfondito della musica, sia dal punto di vista pratico che teorico, grazie ai corsi di Teoria ed Esercitazioni orchestrali.
L’orchestra, coordinata e diretta dal Maestro Demetrio Lepore, ha già suonato in numerosi eventi per Enti musicali e pubblici, tra cui la 29° Settimana Nazionale della Musica, organizzata dal Ministero della Pubblica Istruzione; ha collaborato con l’Orchestra Giovanile del Conservatorio di Matera; ad Aprile 2019, si è esibita in quattro concerti a Vienna, per il Rotary Club Vienna, e in Trentino, per l’Associazione Mozart Italia; ha suonato, a giugno 2019, per il Soroptimist Club di Taranto e, nell’ottobre 2019, diretta dal Maestro Peppe Vessicchio, in “Concerto per la città”, a Taranto; a dicembre 2019, si è esibita in due concerti nel Duomo e presso l’Ospedale Cottolengo della città di Torino; ha pubblicato il videoclip musicale “La distanza dei suoni”, con elaborazione musicale del Maestro Peppe Vessicchio e regia del giovane stattese Davide Caracciolo; suona regolarmente nei concerti organizzati dalla stessa Associazione.
Più che il mero prodotto di un corso di studi, la Ma.Ma. Òrchestra può essere considerata una vera e propria palestra di vita, che consente ai ragazzi di crescere e imparare insieme, attraverso le dinamiche orchestrali. L’ascolto dell’altro, la collaborazione, il sostegno reciproco, la ricerca del suono migliore per esprimere il proprio tema senza sovrastare la melodia dell’altro sono gli obbiettivi a cui mira il musicista d’orchestra. Se ci pensiamo bene, sono le stesse buone abitudini che ogni ragazzo dovrebbe acquisire per diventare un adulto e un cittadino attivo e responsabile.

Biblioteca ACCLAVIO: domenica di lettura

Gruppo di lettura biblioteca ACCLAVIO

Una domenica pomeriggio di lettura silenziosa, di circa un’ora, seguita da una conversazione su quanto appena letto. I partecipanti all’iniziativa, accolti nell’agorà della Biblioteca ACCLAVIO, si sono ritagliati un bellissimo pomeriggio in compagnia: di un buon libro, una bella compagnia e una tisana calda.

L’evento dal titolo “Silent Book Club Taranto”, è stato organizzato da I Care Taranto APS.   

SILENT BOOK CLUB TARANTO

Laboratorio di Lettura Silenziosa

Domenica 19 dicembre 2021, al primo piano della Biblioteca ACCLAVIO, dalle ore 17.00 alle ore 19.00, in via Salinella 31 a Taranto, sarà possibile prendere parte ad un laboratorio di lettura silenziosa, della durata di circa un’ora.  Tutti i partecipanti dovranno portare un libro da casa ed al termine del tempo dedicato alla lettura, realizzata in uno spazio condiviso con altre persone, potranno scegliere se condividere con i presenti la lettura che hanno appena terminato di fare.

 L’evento dal titolo “Silent Book Club Taranto”, organizzato da I Care Taranto APS, ha come obiettivo quello di far riscoprire, attraverso la lettura condivisa, la bellezza della Città di Taranto.   

Per prendere parte all’iniziativa è necessario prenotarsi inviando una mail all’indirizzo icaretaranto.aps@gmail.com o telefonando al numero 2384119256

L’ingresso è consentito muniti di green pass.

Biblioteca ACCLAVIO: Mostra Fotografica e Concerto di Natale Unicef

Mercoledì 15 dicembre alle ore 17 è prevista l’inaugurazione della mostra fotografica che racconta 75 anni di storia dell’Unicef. Alla mostra si potrà accedere per tre giorni dal 15 al 17 dicembre 2021 in mattinata dalle 10 alle 12 e nel pomeriggio dalle 16 alle 18. i visitatori e le visitatrici dovranno essere muniti di green pass.

Giovedì 16 dicembre alle ore 19.00 sarà possibile assistere al Concerto di Natale organizzato, dal Comitato Provinciale Unicef Fondazione Onlus di Taranto in collaborazione con l’Orchestra Giovani Talenti. Al Concerto è possibile accedere muniti di green pass e sino ad esaurimento dei posti in considerazione dell’emergenza sanitaria. L’evento ha l’obiettivo di raccogliere fondi a favore delle campagne umanitarie condotte dall’Unicef e in particolar modo per l’emergenza alimentare e per le vaccinazioni.